« Torna agli articoli

1-5 al Flambro il derby di ritorno

19 gennaio 2015 | Luigi Contento


Lestizza – Flambro 1 – 5
Goal: primo tempo Bettini (su rigore), Baracetti, Marni, secondo tempo Fabro (L), Bettini e Baracetti.
Lestizza: Cepile, Passini (Gomboso), Gori, Felsel, Cossetti, Peruzzo, Bassi, Marangone (Degano), Fabro, A. Minischetti, Malisano (Comuzzi). All. Fabiani
Fabbro: Ponte, Bolognato, De Nigris (Guato), Bearzotti, Dozzi, Battello, Baracetti, Blason (Biasutti), Marani, Paravan, Bettini (Ganis). All. Sartore
Espulso Cepile al 20′ pt ed il massaggiatore Gallo.
1-5 pesante che brucia. In campo si è vista una unica squadra che ha dominato la gara e che ieri era troppo forte per questo Lestizza. Ecco cosa un commentatore esterno può scrivere di una gara con un risultato del genere.
Ma per chi era sul campo ieri, dopo poco il ventesimo del primo tempo vi è stato un episodio che ha influito, e non poco, sul risultato finale. Perchè vedersi fischiare rigore contro su una uscita del tuo portiere che esce, agguanta la palla, e che solo dopo tocca l’avversario, può dare fastidio. Oltre a questo si somma l’espulsione del proprio portiere… con conseguente cambio di un giocatore di movimento per fare entrare il secondo portiere…
Questo chiaramente ha spezzato gli equilibri della gara, con la nostra squadra che si è innervosita e non ha mantenuta la dovuta lucidità, andando a subire altri due goal per errori di disimpegno a centrocampo, e chiudendo definitivamente la partita a favore dei nostri avversari. La ripresa è stata giocata con orgoglio dai nostri ragazzi, siamo riusciti addirittura ad accorciare le distanze grazie a Fabro, ma abbiamo subito altri due goal da un Flambro che ci ha cinicamente aspettato ed ha sfruttato i nostri errori.
Ci sono un paio di note positive, quale la reazione della squadra all’inizio del secondo tempo, dove nonostante la inferiorità numerica, ha giocato nei primi venti minuti alla pari, ha segnato un goal ed ha costruito qualche occasione per il raddoppio. E l’esordio in prima squadra del portiere Comuzzi, che dopo i primi momenti di comprensibile emozione, si è poi ben comportato.
Adesso ci aspetta una altra settimana di duro allenamento per poi andare a Trivignano a giocare la nostra partita, con il giusto orgoglio e con la massima determinazione!!!

+Copia link